CONFERME: Si conferma un cambiamento di assetto circolatorio durante questa settimana.

L'alta pressione delle Azzorre che ha dominato la scena meteorologica dell'ultimo periodo tenderà a ritirarsi verso i suoi territori di origine. Al suo posto subentrerà una vasta circolazione depressionaria con centro tra la Francia e il Regno Unito.

Le correnti di richiamo da sud-ovest determineranno il ritorno della pioggia (seppure a fasi alterne) al nord, sulla Sardegna e parte delle regioni centrali, segnatamente il versante tirrenico.

MEDIO TERMINE: niente da fare, secondo questo run, per la depressione ad ovest dell'Italia. Anche questa volta non ce la farà ad entrare franca sull'Italia e fuggirà quasi intimorita verso la Penisola Iberica.

Sembrerebbe un moto innaturale della depressione, in realtà è ormai la regola di questi ultimi anni.

E per l'Italia? Pronte le solite correnti da est a disturbare l'Adriatico e il Meridione, mentre sul Tirreno e al nord subentreranno condizioni migliori.

 LUNGO TERMINE: il clima si comporta come una molla: quando interviene qualche forzante, la molla si tende per un attimo cambia la disposizione delle configurazioni a scala europea.

Appena la forzante cessa, la molla torna nella sua posizione iniziale e le configurazioni ritornano quelle di prima.  

Ecco la fine del mese (terza mappa). E' una situazione che ormai conosciamo bene e merita pochi commenti.

Secondo questo run è bene che il settentrione faccia incetta di pioggia durante questa settimana, prima che la "molla climatica" si rilassi e faccia tornare le configurazioni nella loro "solita" posizione.


 Torna alle notizie

28 aprile 2017 - 11:54

Valle d'Aosta: quanta NEVE fresca!

28 aprile 2017 - 10:08

Forti NEVICATE nelle Alpi!

Guarda Meteolive in versione COMPLETA