L'alta pressione comincia a cedere e come un palloncino che si sgonfia pone i suoi massimi più a sud, tra la Sardegna e il nord Africa.

Una prima perturbazione interesserà pertanto l'Europa centrale; l'estrema propaggine meridionale della saccatura riuscirà a toccare il settentrione, determinando qualche temporale essenzialmente sui settori alpini tra oggi (lunedi 23) e domani (martedì 24 aprile).

A tratti verranno coinvolti anche alcuni settori dell'alta pianura.

Ecco le precipitazioni attese in Italia nel pomeriggio di martedì 24 aprile.

Sotto osservazione i temporali che potrebbero formarsi su Alpi e Prealpi, in parziale sconfinamento verso le zone di pianura più settentrionali prima di sera.

Si tratta di una situazione che ricorda più da vicino l'estate piuttosto che la media primavera.

Qualche isolato rovescio non si esclude anche sull'Appennino centro-meridionale, ma si tratterà davvero di poca cosa.

Su tutte le altre regioni l'egemonia del bel tempo potrebbe essere temporaneamente intaccata da qualche annuvolamento in transito da ovest verso est, senza la minaccia di precipitazioni.


 Torna alle notizie

22 maggio 2018 - 09:08

Ma quanto CALDO arriva? Quanto dura?

Guarda Meteolive in versione COMPLETA